Un finale corretto                                                                          

 
 Un finale importante

Parlando del diritto, uno dei particolari che si è molto modificato nella tecnica nel corso degli anni, è sicuramente il finale del colpo.

Questo perchè l'avvento di tecnologie molto avanzate nella costruzione dei telai, e quindi un aumento esponenziale della potenza che tutti noi possiamo ora esprimere con il diritto con relativa facilità, ha portato a dover necessariamente cambiare il nostro swing rispetto al gioco con la racchetta di legno (per chi come me ha iniziato con quel vetusto attrezzo).

Tutto naturalmente al fine di per poter mettere " la palla in campo".

Il finale del colpo è diventato perciò molto più "avvolto" attorno al corpo (mentre una volta l'accompagnamento in avanti era molto più enfatizzato).

Nei miei allievi questo tipo di finale però dà spesso adito ad alcune "distorsioni" del gesto che, sebbene in alcune situazioni siano adeguate, nel colpo classico da fondocampo portano più danni che benefici.

Vediamo quindi tutti i particolari essenziali del finale del diritto.

Un errore tipico

Quello che spesso ho notato tra i miei allievi nell'esecuzione del finale del tipico diritto di palleggio da fondocampo è che il gomito tende a rimanere basso al di sotto del livello della spalla.

Questo tipo di finale (che in alcune situazioni è un finale ottimale, ma non nel caso che stiamo analizzando di colpo di palleggio dal fondocampo) porta a disperdere la spinta in avanti del colpo e quindi molto spesso il colpo risulterà privo di una buona potenza e profondità.