trucco per il servizio

 
 

Parliamo quindi di lancio di palla

Il lancio di palla risulta per moltissime persone un particolare tecnico molto ostico.

Spesso la mano e il braccio non dominanti non fanno esattamente quello che si vorrebbe ed il risultato sono palline impazzite che volano a destra o a sinistra senza controllo.

Ci sono tantissimi espedienti per cercare di ovviare ai problemi del lancio , ma sebbene molto spesso la situazione migliora, si tende anche a perdere il ritmo esecutivo di tutta la preparazione ed il gesto perde fluidità e spontaneità, diventando "meccanico" e poco coordinato.

Uno dei problemi  è proprio il fatto che, concentrandosi molto su cosa deve fare la mano che tiene la palla, questo braccio non inizia un movimento di preparazione insieme all'altro, ma "si stacca" molto presto dal gesto nel suo insieme eseguendo un colpo "strappato" perchè le due braccia si muovono subito come unità a sè stanti, perdendo fluidità del gesto.


Un piccolo trucco

Partendo dal presupposto di rendere un po' piu fluido il suo gesto, abbiamo provato a scendere insieme con le due braccia  e di farle poi risalire solo dopo averle portate molto vicino al corpo, in maniera di iniziare un movimento coordinato di risalita delle braccia.

Per far questo ed avere un riferimento "tangibile", abbiamo tenuto come riferimento il fatto che la mano "di lancio" debba staccarsi dalla racchetta ed iniziare la risalita, dopo aver toccato la coscia, in maniera di avere la certezza di essere effettivamente discesi in maniera sufficiente.


Se anche tu credi di avere qualche problema nel tuo lancio di palla, prova quindi a capire se e come scendi coordinato con le due braccia nella prima fase e, se ritienii di avere un problema simile a quello di Daniela, fai qualche tentativo con questo piccolo trucco che potrebbe aiutare il tuo gesto ad essere più produttivo.