Il servizio

 
 
 
 
 

Nel cominciare la serie di articoli tecnici sul servizio,occorre partire di sicuro dalla fase che ritengo cruciale ai fini dell’efficacia del colpo,poichè senza di essa anche il movimento della racchetta più bello e preciso può essere compromesso:la fase del lancio di palla.

Devo ammettere che,nella mia personale esperienza di giocatore,questo problema non si è minimamente posto perchè ho sempre avuto un buon controllo della mia mano non dominante,ma come maestro mi sono ben presto reso conto di quanto risultava difficile per molti effettuare un lancio sempre preciso e costante.

Per questo cerchiamo di analizzare cosa può esservi utile conoscere per sviluppare un lancio corretto.

Nella fase preliminare,appena prima di iniziare il movimento di lancio,si deve cercare di mantenere il gomito diritto (Foto 1) per far sì che il lancio venga effettuato alzando verso l’alto il braccio senza muovere il gomito.


Il palmo su cui è appoggiata la palla è rivolto verso l’alto, perchè così si evita di dover girare la mano strada facendo,compromettendo la precisione.

Siccome il lancio corretto dovrebbe essere alcuni centimetri davanti al piede anteriore,occorre far sì che il peso del corpo venga spostato in avanti mentre parte il movimento del braccio.

Molto importante è far uscire il braccio davanti al corpo,affinchè ci siano più probabilità di effettuare un lancio dentro al campo che ci consenta un corretto impatto con la palla,permettendoci di scaricare il peso del corpo in maniera ottimale.

Un errore tipico,infatti,è quello di partire con il braccio sinistro verso destra (per un destro) che tenderà a spostare il mio ipotetico impatto troppo a destra(foto 2,linea gialla) e poco in avanti,per cui risulterà difficile scaricare correttamente il peso ed avere un buon impatto piatto (guarda nella foto 2 come la palla è quasi in linea con la testa:linea blu).


Cercate di far salire il braccio verso l’alto tenendo sempre il gomito teso con le dita che non stringono la palla,ma occorre far sì questa sia solo appoggiata sulla mano (ben rivolta verso l’alto vedi foto 3) in modo che si stacchi naturalmente dal palmo per effetto dello slancio dato dal braccio,cosa che di solito avviene sopra la linea della nostra testa (linea gialla nel filmato)



Un consiglio:non effettuate velocemente il lancio,soprattutto se siete novizi,ma cercate bensì di essere accurati nell’accompagnare verso l’alto la mano e la palla verso un punto immaginario davanti e sopra a voi.

Provate e riprovate finchè non avrete una buona regolarità di lancio sia come altezza (ricordate che l’impatto dovrebbe avvenire alla massima estensione del braccio più racchetta,per cui il lancio ottimale dovrà essere un pò più alto) che come distanza dentro il campo:fate cadere la palla dopo il lancio e guardate dove colpisce il terreno,dovrebbe cadere davanti al vostro piede anteriore circa 30-40 cm dentro al campo (linea blu nel filmato).



Doppio click: lancio di palla

Ricordate di provare facendo anche il movimento con la racchetta,poichè dovrete sempre coordinare le due braccia ed è ben differente fare il lancio con il solo braccio non dominante.

Per finire ,siccome un’immagine val più di mille parole,vi lascio da studiare il mio lancio di palla da ben 4 angolazioni diverse.